Bookmark and Share
Data: 16/03/2020

CORONAVIRUS: STRETTA SUI TRASPORTI IN ABRUZZO E IN MOLISE. TAGLIATI I SERVIZI DEL TRASPORTO LOCALE SU GOMMA E SU FERRO. NUOVE ORDINANZE DELLE REGIONI PER RIDURRE I RISCHI DEL CONTAGIO

CORONAVIRUS: STRETTA SUI TRASPORTI IN ABRUZZO E IN MOLISE. TAGLIATI I SERVIZI DEL TRASPORTO LOCALE SU GOMMA E SU FERRO. NUOVE ORDINANZE DELLE REGIONI  PER RIDURRE I RISCHI DEL CONTAGIO

REGIONE ABRUZZO: Ordinanza n. 6 del 12/3/2020 - REGIONE MOLISE: Ordinanza n. 4 del 14/3/2020 - COSA CAMBIA NEI TRASPORTI: I SERVIZI TRASMESSI DA RAI TGR MOLISE E TELEREGIONE MOLISE - La Nota (8 marzo 2020) trasmessa alla Regione Abruzzo dalle Organizzazioni Sindacali - La Nota (14 marzo 2020) trasmessa alla Regione Molise dalle Organizzazioni Sindacali


Autobus e treni vuoti in Abruzzo e in Molise, come del resto in tutto il Paese. I Dpcm pubblicati dal Governo unitamente alle Ordinanze disposte in ambito regionale e al protocollo sottoscritto lo scorso 14 marzo tra Governo, Imprese e Sindacati per contrastare e contenere la diffusione del Virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, non hanno tuttavia prodotto, al momento, gli effetti auspicati.

Autobus e treni vuoti in Abruzzo e in Molise, come del resto in tutto il Paese. I Dpcm pubblicati dal Governo unitamente alle Ordinanze disposte in ambito regionale e al protocollo sottoscritto lo scorso 14 marzo tra Governo, Imprese e Sindacati per contrastare e contenere la diffusione del Virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, non hanno tuttavia prodotto, al momento, gli effetti auspicati. Nonostante i DPCM emanati dal Governo, le Ordinanze impartite dalle Regioni e il protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso 14 marzo tra Governo, Imprese e Sindacati al fine di contrastare e contenere la diffusione del Virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, permangono al momento criticità da parte di quasi tutte le imprese di trasporto. Le aziende, infatti, sono molto spesso inadempienti rispetto agli obblighi di sanificazione e disinfezione dei mezzi e dei locali aziendali, ma anche rispetto alla distribuzione ai dipendenti dei cosiddetti dispositivi di protezione individuale. Ci sono inoltre grossi problemi a far rispettare, soprattutto per il trasporto degli operai sui luoghi di lavoro,  le disposizioni volte ad evitare il sovraffollamento dei mezzi e a far rispettare le distanze di sicurezza tra le persone trasportate di cui all’Allegato 1, lettera D del DPCM 4 marzo. Preso atto di queste criticità, le Regioni in tutta Italia hanno conseguentemente adottato ulteriori restrizioni concernenti essenzialmente in una drastica riduzione dei servizi di trasporto regionale sia su gomma che su ferro.

In particolare la Regione Abruzzo con l’Ordinanza n.6 del 12 marzo 2020, ha disposto che le imprese che espletano trasporto locale su gomma debbano rimodulare i loro programmi di esercizio prevedendo fino al 3 aprile 2020 non solo l’applicazione dell’orario ordinario del periodo non scolastico, ma complessivamente una riduzione delle percorrenze chilometriche fino ad un massimo del 50%. Tale rimodulazione dovrà comunque prevedere un’articolazione oraria che tenga conto delle esigenze di mobilità conseguenti al DPCM 11 marzo 2020, ed in particolare del pendolarismo lavorativo e per l’accesso alle strutture sanitarie.    

Più articolata e dettagliata la disposizione impartita alle aziende dalla Regione Molise che con l’Ordinanza n.4 del 14 marzo 2020, ha previsto che la programmazione ordinaria del servizio di trasporto pubblico locale ferroviario venga ridotta in misura non inferiore al 50%. Saranno altresì ridotti su tutto il territorio regionale i servizi di linea e non di linea erogati dalle aziende titolari dei contratti di servizio per il trasporto pubblico locale extraurbano secondo le seguenti direttive: a) limitazione del servizio ai soli collegamenti essenziali all’interno delle seguenti fasce orarie: 5.30-8,30, 13.00-16,00 e 18:00-20,00; b) esclusione dal servizio delle corse scolastiche; c) conservazione dei servizi di collegamento ai centri sanitari, ai nuclei industriali e produttivi e almeno una coppia di corse per ciascun Comune della Regione. Le aziende avranno 48 ore di tempo dalla pubblicazione dell’ordinanza (che sarà efficacie fino al 25 marzo 2020) per trasmettere la nuova rimodulazione dei servizi. Le Organizzazioni Sindacali sia in Abruzzo che in Molise hanno più volte sollecitato le rispettive regioni a monitore l’adozione da parte delle imprese dei dispositivi e delle Ordinanze regionali varate allo scopo di prevenire la diffusione del Covid-19. La realtà infatti, è che si vedono, dappertutto, semplici cittadini ed addetti ai pubblici servizi con mascherine, guanti e dispenser pubblici per disinfettare, mentre gli autisti, in larga parte, ne sono sprovvisti; alcuni autisti hanno provveduto direttamente all’acquisto del necessario. Le aziende continuano a difendersi lamentando su questo aspetto, difficoltà nell’approvvigionamento dei dispositivi di protezione indivuduale.

16 MARZO 2020 abruzzo


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0774507