Bookmark and Share
Data: 15/04/2021

SALGONO ANCORA I CONTAGI TRA GLI AUTISTI DI AUTOBUS NELL’INDIFFERENZA DELLA REGIONE CHE DISATTENDE PER L’ENNESIMA VOLTA I PROPRI IMPEGNI ASSUNTI PER RIDURRE I RISCHI. E ANCHE PALLANTE HA ALZATO BANDIERA BIANCA

SALGONO ANCORA I CONTAGI TRA GLI AUTISTI DI AUTOBUS NELL’INDIFFERENZA DELLA REGIONE CHE DISATTENDE PER L’ENNESIMA VOLTA I PROPRI IMPEGNI ASSUNTI PER RIDURRE I RISCHI. E ANCHE PALLANTE HA ALZATO BANDIERA BIANCA

Il disperato appello dei sindacati ai viaggiatori: “Attenetevi ai Dpcm, evitate di avvicinarvi o di chiedere informazioni al conducente e acquistate i biglietti solo in via telematica” - GUARDA I SERVIZI TRASMESSI DA RAI TGR MOLISE E TLT NEWS MOLISE - REGIONE MOLISE: ADESIONE PIATTAFORMA VACCINAZIONE AUTISTI. LA NOTA TRASMESSA ALLE AZIENDE - DPCM 2 MARZO 2021 - ALLEGATO 15 - ALLEGATO 15 (Linee guida per l'informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid-19 in materia di trasporto pubblico) 


Nelle ultime quarantottore si sono registrati numerosi nuovi contagi tra gli autisti di autobus demandati a garantire un servizio pubblico essenziale. E’ la triste e reale conseguenza provocata dalle Istituzioni regionali che in più di un anno non sono riuscite ad imporre alle aziende di trasporto pubblico il rigoroso rispetto di quanto espressamente previsto dai protocolli, dalle linee guida, dai Decreti e dalle stesse Ordinanze del Presidente della Giunta per contrastare e contenere la diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19.
E anche l’ultima riunione dello scorso 22 marzo convocata dall’Assessore Regionale Pallante, (per inciso la terza consecutiva di una lunga serie di incontri con le imprese finalizzati ad affrontare il rischio contagi derivante dalle attività di bigliettazione degli autisti), si è dimostrata assolutamente inconcludente, mettendo ancora una volta in luce lo strapotere di quelle imprese di trasporto che da anni dettano legge e impongono sin dalla campagna elettorale le proprie condizioni alla politica che amministra di volta in volta la regione.

ANCORA ANNUNCI DISATTESI E NESSUN PROGETTO DALLE 29 AZIENDE - In quella occasione infatti e avendo riscontrato le sistematiche violazioni delle imprese che impongono (pena pesanti provvedimenti disciplinari) al personale di guida di continuare ad avere contatti ravvicinati con l’utenza attraverso la vendita diretta dei titoli di viaggio, l’Assessore Pallante aveva preannunciato e garantito la fruibilità di risorse regionali già stanziate per il comparto dei trasporti, al fine di assicurare entro pochi giorni, l’utilizzo di una quindicina di operatori da dedicare esclusivamente (e in condizione di totale sicurezza) alle attività di vendita e di controllo dei titoli di viaggio.

LA VERGOGNA DEL TERMINAL DI CAMPOBASSO SENZA UNA BIGLIETTERIA - E nell’arco di una settimana i due consorzi che rappresentano le 29 imprese di trasporto molisane, avrebbero dovuto fornire alla stessa Regione, un piano operativo e strategico sulle modalità di utilizzo di queste 15 unità lavorative, individuando orari e ubicazioni delle postazioni in funzione delle particolari criticità ed esigenze dell’utenza, atteso che la famosa “app regionale” per la vendita telematica dei titoli di viaggio, è di fatto naufragata e che le poche biglietterie disponibili si stanno ulteriormente ridimensionando. Clamorosa, a tal proposito, la recente chiusura dell’unica biglietteria disponibile a Campobasso e che ha reso il terminal del capoluogo di regione, l’unico in tutta Italia in cui non sia presente un servizio informativo e di approvvigionamento dei titoli di viaggio. Una vera vergogna sulla quale pesano responsabilità anche della stessa amministrazione comunale che dovrebbe occuparsi anche di questi gravi disservizi resi all’utenza.

E ANCHE PALLANTE HA ALZATO BANDIERA BIANCA - Insomma l’ennesimo bluff della Regione e, se vogliamo dello stesso Assessore Pallante sul quale peraltro avevamo riposto la nostra fiducia ma che nei fatti purtroppo si è dimostrato al pari dei suoi tanti predecessori. E lo testimoniano le tante situazioni irrisolte che giacciono perennemente tra i mancati progetti di riforma del trasporto pubblico: dal bando di gara che non vede la luce, dal mancato rinnovo del parco autobus, dall’assenza di un sistema tariffario innovativo ed integrato, dalla vicenda degli stipendi non pagati al personale se non attraverso il ricorso sistematico ai decreti ingiuntivi e dalla presenza di un numero di imprese assolutamente sproporzionato rispetto alle dimensioni e alle caratteristiche del Molise.

UNA REGIONE CHE HA ABDICATO ALLE IMPRESE ANCHE IN TEMA DI PROGRAMMAZIONE - A queste situazioni ataviche si sommano poi le situazioni scaturite con l’avvento del Covid per le quali la Regione non ha saputo fare altro che abdicare come sempre in favore delle imprese che hanno stabilito come e quando effettuare i servizi di trasporto pubblico in tempi di pandemia, approfittando dell’assenza regionale per fare cassa e mettere i propri dipendenti in cassa integrazione.

NON CI RESTA CHE APPELLARCI AI VIAGGIATORI: “SIATE RISPETTOSI DELLE NORME” Atteso che probabilmente e, in relazione alle nuove direttive impartite dal Commissario all’emergenza Generale Figliuolo, risulterà difficile far prevalere l’urgenza quantomeno di vaccinare una categoria fortemente esposta al rischio del contagio quale quella degli autisti, non ci rimane che fare direttamente appello al buon senso dei viaggiatori/utenti invitandoli a comportarsi così come raccomandano espressamente i protocolli, i DPCM e (almeno sulla carta) le stesse Regioni ovvero evitando di avvicinarsi o di chiedere informazioni all’autista e acquistando i biglietti solo in via telematica.


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0909167