Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 24/11/2022
Testata Giornalistica: IL CENTRO
    IL CENTRO

A24-A25, diventa un giallo l'incontro Salvini-sindaci Un lancio di agenzia lo annuncia per oggi e manda in fibrillazione i primi cittadini È scontro sui pedaggi: Di Girolamo e Fina accusano, Bagnai e D'Eramo ribattono

L"AQUILA L'incontro dei sindaci con Matteo Salvini diventa un giallo. Un lancio di agenzia che lo annuncia per oggi mette in fibrillazione i primi cittadini nel giorno un cui il tema dei rincari delle tariffe autostradale suscita le reazioni delle opposizioni. In attesa di conferme sull'incontro con il ministro, smentite ieri sera da più parti, prendono posizione la senatrice Gabriella Di Girolamo (M5S) e il senatore Michele Fina (Pd). «È inconcludente», sottolinea Di Girolamo, capogruppo M5S in commissione Lavori Pubblici, «il continuo botta e risposta tra Salvini, il suo ministero, la consigliera regionale leghista abruzzese La Porta di fronte alle richieste del comitato dei 116 sindaci di Abruzzo e Lazio, che tanto si sta spendendo per portare all'attenzione del neonato governo la questione A24-A25. A tal proposito, la maggioranza dovrebbe sapere che nel Dl relativo alla Sicurezza delle Infrastrutture dello scorso giugno, grazie a un mio emendamento è previsto che venga istituito un Tavolo Istituzionale, per risolvere una volta per tutte le varie controversie».«Come M5S», precisa la senatrice, «sosteniamo in toto le loro apprensioni e chiediamo all'esecutivo chiarezza. Senza le sterilizzazioni degli aumenti arrivati con i governi Conte, a quest'ora l'impennata dei pedaggi sarebbe del 34,75%. Ho appena depositato in commissione un'interrogazione al Ministro per sapere a che punto si trovi sull'istituzione del tavolo, che lo dovrebbe vedere protagonista assieme a rappresentanti di Anas, Regione Abruzzo, Regione Lazio, consiglio dei consumatori e rappresentanti dei sindaci interessati». Per Fina, che è anche segretario regionale del Pd, «a questo punto è evidente la scarsa considerazione che Salvini sta mostrando verso i sindaci di Abruzzo e Lazio che chiedono risposte sulle autostrade A24 e A25. Se 116 sindaci scrivono al ministro, meritano una risposta formale, ma Salvini ne fa occasione di propaganda e polemica». Seconda Fina «Salvini così facendo mostra oltre che poco rispetto una enorme confusione tra il ruolo di responsabile di un Ministero e quello di leader di partito». Secca la replica del deputato Alberto Bagnai della Lega: «Dem e pentastellati hanno gestito senza interruzione per quasi 10 anni il Mit senza riuscire a risolvere i problemi di A24 e A25. Ora sollevano polemiche ad hoc contro il ministro Salvini. Per risolvere i problemi occorre coinvolgere i parlamentari di maggioranza non per attaccare il Governo, ma per rappresentare a Roma i problemi del territorio. La nostra disponibilità è totale». Il sottosegretario all'Agricoltura, Luigi D'Eramo, rincara: «Chiaramente strumentali le affermazioni del senatore Fina, la Lega ha sempre prestato massima attenzione. Il ministro Salvini è al Mit da pochi giorni ed è già evidente che il vento sia cambiato. Su A24 e A25», conclude, « non prendiamo lezioni da chi ha governato il ministero nell'ultimo decennio senza risolvere questo e altri problemi».

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1013008