Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 27/10/2020
Testata Giornalistica: IL CENTRO

Abruzzo, 57mila alunni faranno lezione da casa Da domani didattica a distanza per tutte le scuole superiori, chiuse le università Giuliante (Tua): ora gli autobus viaggeranno semivuoti, crolleranno le presenze scuola»l'ordinanza di marsilio

L'AQUILA Didattica a distanza per 57mila studenti delle scuole superiori, chiuse anche le università d'Abruzzo. Il presidente della Regione, Marco Marsilio, come anticipato dal Centro ieri, ha firmato l'ordinanza con la quale sospende l'attività didattica in presenza per tutti i licei e gli istituti d'istruzione superiore a partire da domani. La decisione era stata presa già domenica al termine di una lunga riunione virtuale con assessori e consiglieri regionali. Ieri poi Marsilio, che si trova attualmente in quarantena a seguito della positività al Covid del suo capo segreteria, Massimo Verrecchia, ha messo tutto nero su bianco dando così la possibilità alle scuole già da oggi di organizzarsi per attivare i registri elettronici e le classi virtuali. «Ho firmato l'ordinanza con la quale il comitato tecnico scientifico regionale e il Crea sin da venerdì avevano suggerito l'opportunità di passare alla didattica a distanza per le scuole secondarie superiori (con esclusione dei disabili e di altre motivate situazioni di necessità)», ha precisato Marsilio, «nel testo proposto e condiviso dall'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, e dal dipartimento. Una misura che si è resa necessaria per ridurre le situazioni di assembramento e di conseguente, potenziale, contagio». La didattica a distanza sarà attivata da domani e andrà avanti per il momento fino a nuova comunicazione da parte di Marsilio. Nell'ordinanza, che è stata inoltrata alla presidenza del consiglio dei ministri, al ministero della Salute, ai prefetti, ai sindaci dei Comuni interessati, all'ufficio scolastico regionale e al dipartimento di protezione civile regionale, il presidente della Regione ha precisato che le autorità scolastiche dovranno rimodulare le attività e prevedere la didattica in presenza a vantaggio degli alunni a vario titolo portatori di disabilità e di quanti hanno una condizione di necessità. Oltre alle scuole superiori dovranno effettuare le lezioni a distanza anche tutti gli atenei abruzzesi. «È stata disposta», ha precisato Marsilio sull'ordinanza, «la sospensione delle attività di formazione delle università che dovranno svolgersi con modalità a distanza, rimettendo al comitato universitario regionale di riferimento i relativi piani di organizzazione. Sono esclusi dalla formazione a distanza i tirocini formativi abilitanti». La sospensione delle lezioni in presenza avrà delle ripercussioni anche sui trasporti. Il presidente di Tua, Gianfranco Giuliante, ha fatto sapere che «se fino a due giorni fa ci trovavamo a dover gestire il trasporto dei ragazzi anche con il supporto di compagnie private, ora avremo il problema opposto, con autobus che viaggeranno semivuoti. La stragrande maggioranza di studenti che utilizza i bus per andare a scuola sono quelli delle superiori per cui, con la Dad, ci sarà un crollo delle presenze sugli autobus dove resta la capienza massima al 80% e quindi dovremo ricalibrare le corse, e provvedere ad un primo ridimensionamento del parco mezzi, interrompendo l'utilizzo dei privati».


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0950812