Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 15/10/2022
Testata Giornalistica: IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

Davanti al Tar ultimo duello sul filobus attesa per la sentenza sulla Strada parco. Il Comitato Strada parco bene comune: «Montesilvano assente, buon segno»

Passaggio decisivo, davanti al Tar, per le sorti della filovia destinata a collegare, attraverso la strada parco, Pescara e Montesilvano. Ieri mattina si è tenuta l'udienza di merito, con la trattazione del ricorso presentato dal Comitato strada parco bene comune. L'avvocato Claudio Di Tonno, che assiste il comitato, ha confermato la richiesta di annullamento del nulla osta di sicurezza e il collegio si è riservato la decisione. La sentenza dovrebbe essere resa nota entro un paio di settimane. In precedenza, nel settembre del 2021, il Tar aveva disposto la sospensiva del provvedimento con il quale il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile aveva dato il via libera al progetto. Qualche tempo dopo il Consiglio di Stato aveva ribaltato la decisione, accogliendo l'appello presentato dalla Tua, dalla Regione e dai Comuni interessati. In sostanze erano state ritenute fondate le ragioni esposte dagli enti, secondo i quali la precedente decisione del Tar era stata assunta sulla base di presupposti errati. Ieri, però, è andato in scena quello che potrebbe essere l'ultimo atto: in aula si è tenuto un fitto confronto tra le parti, su una serie di scivolosissime questioni tecniche, il cui esito appare tutt'altro che scontato.
Di certo una sentenza favorevole al comitato rischierebbe quanto meno di ritardare, per un lasso di tempo pressoché indefinito, un progetto che è già in ballo da quasi un quarto di secolo. Qualora dovesse arrivare il disco verde, invece, si assisterebbe ad una decisa accelerazione dei lavori, che dovrebbe portare all'entrata in funzione dei filobus nei primi mesi del 2023. Questo almeno è ciò che è stato annunciato la settimana scorsa - con tanto di conferenza stampa e presentazione dei mezzi - dai massimi esponenti degli enti coinvolti. In una prima fase verrebbe infatti attivato il collegamento tra il capolinea dei grandi alberghi di Montesilvano e quello della stazione di Pescara, mentre in una fase successiva i filobus raggiungerebbero anche la stazione di Pescara Tribunale. I mezzi a disposizione - ognuno dei quali è in grado di ospitare 134 passeggeri - inizialmente saranno sei e poi saliranno ad otto. Prima, però, c'è da attendere il pronunciamento del Tar e a questo punto viene anche da chiedersi cosa se ne farebbe Tua di mezzi altamente tecnologici e ad impatto zero, ma costosissimi (1,2 milioni di euro l'uno) in caso di sentenza sfavorevole.
 

Il Comitato Strada parco bene comune «Montesilvano assente, buon segno»

Più di un elemento, secondo il comitato Strada parco bene comune, suggerisce ottimismo sull'accoglimento del ricorso: «Il Comune di Montesilvano - elenca a nome del comitato Ivano Angiolelli -, sul cui territorio insistono i due terzi dell'impianto, non si è costituito con una propria memoria difensiva e l'avvocatura distrettuale dello Stato, che cura gli interessi del ministero, non ha presenziato all'udienza di merito. Inusualmente, si sono ritrovati affiancati nel sostenere l'opera fallace, l'avvocato dell'appaltatore inadempiente Colas Rail, l'avvocato della stazione appaltante Tua spa e gli avvocati del Comune di Pescara, inconsapevoli che l'ente locale che rappresentano è parte gravemente lesa dal procedimento». Secondo Strada parco bene comune, in conclusione, l'impianto che sarà consegnato a fine lavori utilizzerà un vettore a guida manuale libera completamente diverso dal Phileas a guida magnetica vincolata scrutinato dal Ccr-Via, «sarebbe stata pertanto necessaria una rinnovata valutazione ambientale». A distanza di 15 mesi dall'impegno formalmente assunto, inoltre, il Mims non ha fornito alcuna relazione tecnica sul primo ricorso che attiene alla sicurezza della circolazione stradale.

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1013006