Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 22/06/2022
Testata Giornalistica: IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

Il «no» alla ferrovia inviato al Ministero

MANOPPELLO Sessanta pagine per dire no al progetto del raddoppio della linea ferroviaria Roma-Pescara. Nel dossier da inviare alla Conferenza di Servizi e ai Ministeri di Infrastrutture e Transizione ecologica, nonché alla Regione, il consiglio comunale di Manoppello, all'unanimità ha espresso il parere negativo sull'opera così come è stata progettata da Rfi. Nella seduta, alla quale hanno preso parte il presidente del Comitato cittadino Comferr, Antonio Bianchi, i sindaci dei Comuni di Chieti, Diego Ferrara, e Scafa, Giordano Di Fiore, l'assessore di Rosciano, Barbara Blasioli, e il primo cittadino di San Giovanni Teatino, Giorgio Di Clemente, il consiglio ha inoltre formalizzato la proposta della Variante dei cittadini o dell'Interporto. «L'ulteriore consumo di suolo - ha detto il sindaco di Manoppello Giorgio De Luca - è una delle profonde ferite che il Progetto Rfi lascerebbe sul nostro territorio. Da un lato, con il raddoppio in affiancamento al tracciato esistente, si sventra la città, si abbattono case ed attività commerciali. Dall'altro, fuori dal centro, il tracciato Rfi, prevede un imponente viadotto articolato in tre elementi che sormonta prima la statale e poi l'autostrada e il fiume Pescara. Un'opera a forte impatto ambientale che taglia trasversalmente la vallata. Inoltre questo viadotto in rilevato interferirebbe con Alanno gas che resta un'area totalmente insicura». Oltre alle criticità dei lotti 1 e 2, il sindaco De Luca ricorda che, andando verso Roma, nel progetto Rfi c'è il problema del traforo del Morrone.


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0956435