Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 08/10/2022
Testata Giornalistica: IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

Panoramica, l'ira dei sindacati: «Tiene in ostaggio la collettività» Non si sbloccano i 400.000 euro: lavoratori ancora in attesa dei soldi e niente corse bis. Ispettori in borghese sanzionano gli autisti rischiano di saltare i servizi della domenica

Può una piccola azienda tenere in ostaggio la collettività teatina? Se lo chiedono la Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal di fronte alla posizione assunta dalla società di trasporto pubblico locale La Panoramica: nessuna corsa bis e nessuna spettanza ai lavoratori. La situazione non è mai stata così fuori controllo si legge in una nota delle segreterie regionali che ripercorre le tappe della vertenza. La Regione ha stanziato 400.000 euro ripartiti da una delibera del Comune di Chieti che li suddivide in 150.000 euro per corse aggiuntive e 250.000 per le spettanze dei lavoratori. Ma la società ha aperto ogni tavolo di confronto piangendo miseria prosegue la nota firmata da Franco Rolandi, Andrea Mascitti e Luciano Lizzi - Peccato che le stesse OO.SS. sono presenti anche nelle altre aziende di Tpl come Di Fonzo, Napoleone e Cerella che non hanno potuto avere quelle risorse e che devono fare i conti con trasferimento di bus a vuoto e con corse anche a bassissima frequentazione con ricavi che non coprono i costi. Un'azienda in rosso che però trova la possibilità di retribuire ispettori in borghese in agguato al solo fine di sanzionare anche una minima disattenzione degli autisti, ignorando però i ritardi degli arrivi per tempi di percorrenza più corti su turni artatamente ancora manchevoli delle soste.
ENNESIMA DIFFIDA
Ora rischiano di saltare i servizi della domenica per l'ennesima diffida sindacale visto che da 2 anni gli autisti stanno svolgendo turni senza essere retribuiti per intero. Sulla vicenda è intervenuto l'assessore ai trasporti della Regione Abruzzo, De Annuntiis, che ipotizza di togliere a La Panoramica l'affidamento dei servizi. I sindacati rivelano che sono volate parole grosse nella commissione Trasporti del 3 ottobre chiesta dal consigliere Maurizio Costa. Il Comune ha modificato la delibera inserendovi la clausola dell'accordo sindacale per far transitare i fondi. Ma il problema potrebbe ingigantirsi. Vi è infatti un ricorso dei lavoratori sulla differenza retributiva delle ferie pregresse. Una sentenza della Corte Europea recepita dall'Accordo Nazionale di categoria farebbe vincere a mani basse cifre che superano le 2500 euro procapite aggiungono -. La società propose ai lavoratori 100 euro, meno del 10% del dovuto, senza più nulla a pretendere salvo poi dichiarare scorrettamente sulla stampa che i sindacati hanno buttato via i soldi sul piatto. L'ultima possibilità è l'incontro convocato dal Prefetto. Diversamente non è da escludere il default dell'azienda e, viste le dichiarazioni dell'assessore De Annuntiis, il Comune potrebbe avere un interlocutore diverso e noi dovremmo occuparci esclusivamente della salvaguardia dei lavoratori.
08 ottobre 2022 il messaggero ch

Download 08 ottobre 2022 - il messaggero_ch.pdf

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012999