Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 19/10/2022
Testata Giornalistica: IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

«Per il trasporto pubblico ora non ci sono più alibi». Febbo: «La Panoramica adesso deve liquidare le spettanze ai lavoratori»

Il Consigliere Regionale di Forza Italia: «Ci saremmo aspettati un atteggiamento diverso dall’azienda che avrebbe dovuto apprezzare, se non addirittura ringraziare la Regione, per un intervento finanziario tendente a riportare in azienda un clima di serenità, avvelenato da una scelta unilaterale non condivisibile»


“La società La Panoramica ora non ha più alibi e deve liquidare le spettanze ai lavoratori. Ovviamente il Comune è tenuto a vigilare sul rispetto della norma”. E’ quanto dichiara Mauro Febbo, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, che ieri ha presentato un emendamento dapprima sottoscritto da tutti i capigruppo in consiglio regionale e successivamente approvato dalla sola maggioranza in quanto la minoranza non ha partecipato al voto. “Come anticipato nell’incontro in Prefettura, ho presentato un emendamento per l’interpretazione autentica dell’art. 12 della l.r. n. 33/2021 che assegnava un contributo di 400mila euro al Comune per i maggiori costi di produzione dei servizi di Tpl”.

INTERPRETAZIONE AUTENTICA L’interpretazione autentica si è resa necessaria in quanto, secondo il legale rappresentante de La Panoramica, Chiacchiaretta, le somme dovevano servire per chiudere diverse vertenze tra azienda e lavoratori. Le somme, secondo il legale rappresentante della stessa società, Sandro Chiacchiaretta, dovevano servire come bonus omnicomprensivo sia per la recessione unilaterale da parte de La Panoramica del contributo ai dipendenti per la cosiddetta contrattazione di secondo livello (ottobre 2020) che per compensare ferie non godute e non pagate ai lavoratori. Inoltre, il Comune di Chieti aveva proceduto a determinare lo spacchettamentodelle risorse in 250mila euro destinati ai lavoratori (recesso contrattazione di 2 livello) e 150mila per integrazione delle corse. “In Prefettura – aggiunge Febbo- avevo ribadito, unitamente al sottosegretario con delega ai Trasporti, D’Annuntis, che la volontà della Regione, che in occasione del consiglio regionale aveva approvato all’unanimità il mio emendamento, era chiara: le risorse sono destinate esclusivamente ai lavoratori, anticipando che lo stesso organo consiliare avrebbe provveduto a emanare interpretazione autentica vista la pretestuosa richiesta. Ci saremmo aspettatiunatteggiamento diverso dall’azienda che avrebbe dovuto apprezzare, se non addirittura ringraziare la Regione, per un intervento finanziario tendente a riportare in azienda un clima di serenità, avvelenato da unascelta unilaterale noncondivisibile”.


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012835