Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 13/11/2022
Testata Giornalistica: IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

Saltano 57 corse dei bus parte un doppio esposto. Sindacati scrivono a Prefetto e Autorità trasporti: «Soppressi servizi essenziali». Nel mirino La Panoramica: senza pause i lavoratori non possono andare al bagno

Nuovo confronto sulla trattativa ma i 400 mila euro della Regione non sono arrivati ai dipendenti. «Non si comprende davvero che trattativa dovremmo intavolare con l'impresa che dal nostro punto di vista ha solo un dovere - affermano i tre sindacalisti Franco Rolandi, Andrea Mascitti e Luciano Lizzi: quello di rispettare le proprie maestranze e di stornare immediatamente ai lavoratori somme che il legislatore non ha inteso destinare all'impresa. SERVIZIO ANDATO IN ONDA SU RAI TGR ABRUZZO


Un esposto inviato al prefetto Armando Forgione e al presidente dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti, Nicola Zaccheo oltre che alla Regione, per segnalare quello che definiscono l'increscioso fenomeno della soppressione indiscriminata nei giorni festivi di servizi essenziali attinenti il trasporto pubblico locale della città di Chieti, soppressioni operate dall'impresa La Panoramica srl nell'arco temporale 6 gennaio - 6 novembre 2022, unicamente ascrivibili all'insufficienza dei tempi di percorrenza previsti dai programmi di esercizio nonché dalle relative tabelle di marcia assegnate al personale di guida.
LE SEGRETERIE REGIONALI - Le segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit Cisl e Faisa Cisal , rappresentate da Franco Rolandi, Andrea Mascitti e Luciano Lizzi, sono più agguerrite che mai: nel periodo in questione si è registrata la soppressione di 57 corse del trasporto urbano, tutte nelle giornate festive, sulle linee 2,3, 5 e 7. E secondo i sindacati l'azienda sta cercando oltretutto di far ricadere la responsabilità di questi pesanti disservizi direttamente sul personale al quale, soprattutto negli ultimi due mesi, sono state indirizzate decine e decine di contestazioni disciplinari. I conducenti degli autobus sono costretti da anni a convivere con una cronica insufficienza dei tempi di percorrenza derivante dal programma di esercizio adottato dalla Panoramica e che impedisce agli stessi e, in relazione alla mancanza di adeguate pause nell'espletamento del servizio, di soddisfare persino le normali esigenze fisiologiche. Martedì la vertenza tornerà sul tavolo del Prefetto, con i lavoratori che nulla hanno ricevuto dopo lo stanziamento di 400.000 euro da parte della Regione, una somma assegnata al Comune proprio allo scopo di ristorare i lavoratori colpiti sia dal carovita che dal contestuale taglio del salario disposto unilateralmente e da due anni dall'azienda, e pur a fronte dalla interpretazione autentica dell'articolo 12 della Legge regionale numero 33/2021 con la quale è stata confermata la chiara ed esplicita volontà da parte della Regione Abruzzo di destinare i 400.000 euro esclusivamente ai lavoratori della Panoramica. A fronte di una interpretazione autentica di una norma suffragata dalle dichiarazioni espresse sia dal Consigliere regionale Mauro Febbo (promotore dell'emendamento) che dello stesso Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Abruzzo con delega ai Trasporti Umberto D'Annuntiis, non si comprende davvero che trattativa dovremmo intavolare con l'impresa che dal nostro punto di vista ha solo un dovere - concludono i tre sindacalisti: quello di rispettare le proprie maestranze e di stornare immediatamente ai lavoratori somme che il legislatore non ha inteso destinare all'impresa.

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012986