Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 28/07/2022
Testata Giornalistica: IL CENTRO
    IL CENTRO

Scuolabus, 6 ditte in corsa: un affare da 400mila euro Arrivano le offerte per la vendita del servizio attualmente gestito dalla F.C. Csa L'amministrazione Perazzetti assicura: «Saranno tutelati tutti gli 11 dipendenti»

CITTÀ SANT'ANGELO Sono 6 le offerte arrivate al Comune di Città Sant'Angelo per la vendita del servizio scuolabus gestito attualmente dalla società F.C. Csa. Dopo l'avviso pubblicato a inizio giugno, giovedì scorso la commissione ha aperto le buste contenenti le offerte arrivate all'ente. La base d'asta era di 400mila euro e le proposte economiche giunte sono di poco sueriori alla cifra individuata dal Comune. Si tratta dpi domande provenienti tutte da fuori regione: ci sono due società di Frosinone, una di Roma, poi un'altra di Napoli, una di Bari e infine quella di Campobasso. Il percorso per la vendita e dunque la privatizzazione del servizio si è reso necessario a seguito della legge Madia, che non consente la sopravvivenza delle società pubbliche che hanno un bilancio inferiore al milione di euro. Proprio per questo motivo, il Comune si è trovato costretto a espletare la gara pubblica per garantire un futuro al servizio di trasporto scolastico. In alternativa, qualora non fosse arrivata alcuna offerta, l'ente si era detto pronto va valutare l'assorbimento della F.C. Csa all'interno di Ambiente, la società che cura la raccolta e il trattamento dei rifiuti su territorio comunale, attraverso cui sarebbe stato risolto il problema relativo al bilancio. Ma le 6 offerte arrivate entro la scadenza dell'avviso pubblico di fatto consentono al Comune di avere un'ampia scelta per l'aggiudicazione del servizio, dalla quale entrerà nelle casse la somma di circa 400mila euro. In base ai parametri pubblicati nell'avviso, la parte relativa all'offerta economica costituisce solo una delle voci attraverso cui verrà fatta la valutazione. Adesso, il prossimo passaggio sarà l'approdo in consiglio comunale, cosa che dovrebbe avvenire nella prossima sessione utile, dopo quella odierna, presumibilmente a settembre. Intanto, anche grazie all'inserimento della clausola sociale, l'amministrazione Perazzetti assicura che non ci sarà alcun pericolo per gli 11 lavoratori del servizio scuolabus, che manterranno regolarmente il loro impiego anche in caso di passaggio di proprietà.


www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012872