Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 10/07/2022
Testata Giornalistica: IL CENTRO
    IL CENTRO

Stazione, tempi lunghi per i lavori. Nuovo sottopasso, servono fondi Sindaco e delegato incontrano i vertici delle Ferrovie su riqualificazione e barriere antirumore

«Ribadita la necessità di un altro passaggio al Borsacchio, ma bisogna intercettare i finanziamenti»


ROSETO Si è tenuto, in videoconferenza, l'incontro tra i vertici di Ferrovie dello Stato e il sindaco Mario Nugnes, affiancato dal consigliere con delega ai piani particolareggiati e abbattimento delle barriere architettoniche Paolo De Nigris. Temi centrali del confronto sono stati gli interventi previsti per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Roseto e l'installazione delle barriere antirumore (lavori che saranno finanziati con le risorse in arrivo del piano industriale delle Ferrovie dello Stato 2022-2031) e la realizzazione di un sottopasso nel quartiere del Borsacchio, a Roseto nord, per cui sarà necessario intercettare altri fondi. Non sono stati indicati tempi, che complessivamente si annunciano lunghi. «Per quel che riguarda l'ammodernamento della stazione», spiegano Nugnes e De Nigris, «abbiamo discusso della realizzazione di rampe e ascensori che la possano rendere accessibile a tutti coloro che hanno problemi di mobilità». In totale, per questi interventi, dovrebbero essere previsti dai cinque ai sei milioni di euro. Per la realizzazione delle nuove barriere antirumore, l'amministrazione fa sapere che «Rfi ha confermato che l'iter sta proseguendo regolarmente per arrivare (dopo tutta la tempistica obbligatoria) alle gare di appalto in tempi brevi». Roseto dunque avrà, nel giro di alcuni anni, una stazione ferroviaria riqualificata grazie alle risorse di Ferrovie dello Stato.In totale il gruppo, così come annunciato da tempo, ha previsto in Abruzzo un investimento di oltre 6,35 miliardi di euro: di questi, una parte sarà destinata al polo urbano, e uno dei due progetti principali riguarda proprio la stazione di Roseto. Sarà fondamentale, però, intercettare anche fondi per la realizzazione di un nuovo cavalcavia nel quartiere Borsacchio. Un sottopasso che, come sottolineano Nugnes e De Nigris «possa collegare questo quartiere, ormai in forte espansione, con il mare. Questo anche per ragioni di sicurezza perché, ad oggi, in caso di emergenze localizzate in zona viale Makarska, un mezzo di soccorso o di grandi dimensioni avrebbe un unico punto di accesso localizzato in Roseto Sud, il cui tragitto (soprattutto nei periodi estivi o di mercato rionale) potrebbe essere seriamente ostacolato». A tal proposito Nugnes e De Nigris precisano che «Rfi ha ben chiarito che, al momento, non si dispongono risorse tali da realizzare quest'ultima opera». E concludono: «Siamo pronti a metterci al lavoro assieme a tutta la nostra struttura per intercettare i finanziamenti necessari, una strada che abbiamo già dimostrato di saper percorrere con successo in questi mesi. Per quel che riguarda le altre opere stiamo lavorando per favorire l'accelerazione dei tempi di questi interventi da diversi milioni».

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1013009