Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 15/11/2022
Testata Giornalistica: IL CENTRO
    IL CENTRO

Stop al caro pedaggi Salvini ai sindaci: felice di incontrarvi. Il ministro risponde così ai primi cittadini di Abruzzo e Lazio Sul tavolo le tariffe esorbitanti delle autostrade A24 e A25

CARSOLI «Sarò felice di incontrare i sindaci di Abruzzo e Lazio, insieme ai quali cercheremo una soluzione a un problema che si trascina da anni». È la risposta del neo-ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, all'appello degli oltre cento sindaci delle due regioni sul caro pedaggi delle autostrade A24 e A25 recentemente passate sotto la gestione Anas. «Appena insediati», ha aggiunto il vicepremier, «abbiamo chiesto alle strutture del ministero l'aggiornamento sulla situazione dell'A24 e A25. Siamo al governo da meno di un mese, e abbiamo già incontrato e ascoltato decine di amministratori locali: l'obiettivo è sbloccare, mettere in sicurezza, far ripartire i lavori ovunque possibile».Risale a quindici giorni fa la lettera che i 115 primi cittadini hanno indirizzare a Salvini per chiedere un confronto immediato al fine di ottenere rassicurazioni sulla sicurezza e sulle tariffe via via lievitate. «Da quel lontano 3 gennaio 2018 ne è passato di tempo, la nostra battaglia ha portato al blocco degli ulteriori aumenti, ma la problematica non è stata ancora risolta e la sicurezza delle nostre autostrade non è pienamente garantita», hanno scritto i sindaci al ministro. «A ciò si aggiunga che il recente ritorno ad Anas della gestione dell'A24 e A25 ha determinato, di fatto, il venir meno di quella convenzione che è sempre stata additata come la causa degli ingiustificati ed esorbitanti aumenti tariffari. Circostanza quest'ultima che ci spinge, ancora con maggiore forza a chiedere la dovuta e giusta diminuzione delle tariffe». Capitanati dal sindaco di Carsoli, Velia Nazzarro, gli amministratori hanno quindi chiesto al ministro del governo Meloni, «provvedimenti atti a ridurre i costi dei pedaggi autostradali con totale esenzione a favore dei residenti nelle regioni Lazio e Abruzzo, pendolari per motivi di lavoro, studio e salute. Chiediamo, inoltre, l'immediata creazione di un tavolo istituzionale per individuare provvedimenti e iniziative volti a garantire la sicurezza dei tratti autostradali e aprire un confronto sull'intera questione della mobilità nelle due regioni». Da qui la richiesta di un incontro urgente al ministro Salvini. Ora, dopo l'attenzione mostrata dal ministro, non resta che attendere la data della convocazione di una delegazione di sindaci a Roma.

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012972