Condividi: Bookmark and Share
Stampa:
Data: 14/11/2022
Testata Giornalistica: IL CENTRO
    IL CENTRO

Treno Abruzzo-San Pietro: il primo viaggio della Tua Nuovo collegamento con il cuore di Roma. Marsilio: pronti per il Giubileo 2025

PESCARA In treno dall'Abruzzo fino sotto casa del Papa. Il primo viaggio che si è concluso alle 10.10 di ieri, partendo da Lanciano, con tappe a Pescara, Avezzano, Tivoli, Termini e arrivo alla stazioncina di San Pietro, davvero poco distante dal Vaticano, è stato un esperimento con invitati selezionati della Tua, la società interamente controllata dalla Regione. Ma a metà del prossimo anno diventerà un viaggio aperto a tutti. La data del via libera al nuovo collegamento è luglio 2023. Salvo complicazioni.
IL TRENO DEI PELLEGRINI. «Stiamo facendo crescere il servizio del trasporto ferroviario verso la capitale della Repubblica. La corsa di prova servirà ad avere treni diretti che partono dall'Abruzzo per portare i pellegrini fino in Vaticano e dal Vaticano riportarli in Abruzzo, per prepararci al Giubileo nel 2025. Sin dal prossimo anno, anche l'azienda della Regione Abruzzo parteciperà al collegamento verso Roma, rendendolo più veloce rispetto alle attuali intollerabili 3 ore e 22 minuti», conferma il presidente, Marco Marsilio, che ha atteso alla stazione Termini, con la moglie Stefania Fois, l'arrivo del locomotore "Lupetto" di Tua per percorrere l'ultimo tratto fino alla fermata di San Pietro.Al test ha partecipato anche il capo di gabinetto della Regione Abruzzo, Massimo Verrecchia, oltre che il presidente della società di trasporti, Gabriele De Angelis, e il direttore divisione ferroviaria, Enrico Dolfi.
PROGETTO DA 19 MILIONI. Il test ferroviario ha permesso di aggiungere un tassello chiave al progetto di attivazione del servizio che collegherà la costa abruzzese a Roma.Il progetto è articolato in step molto dettagliati: il primo, realizzato oltre un anno fa, che ha visto l'acquisizione di competenze tecniche con l'arrivo a Roma Termini il 12 settembre 2021. Il secondo step ha riguardato l'acquisto dei nuovi elettrotreni Pop 2.0 "Coradia Stream" da 305 posti a sedere e 534 in totale. I nuovi treni sono lunghi oltre 84 metri, dotati di quattro motori di trazione, rastrelliera portabici, 30 monitor per informazioni ai viaggiatori, internet, cestini per la raccolta differenziata, sistema conta persone, ampi spazi interni per facilitare la mobilità di viaggiatori diversamente abili, 32 telecamere di videosorveglianza e climatizzazione regolata automaticamente in base al numero di passeggeri a bordo. I treni della Alstom possono raggiungere una velocità massima di 160 chilometri orari. L'investimento è di 19 milioni di euro. I nuovi treni però non sono disponibili sul mercato proprio per la particolarità del mezzo, quindi i tempi di consegna sono piuttosto lunghi. Bisogna attendere.
DAVIDE CONTRO GOLIA. Arriviamo al terzo step , quello di ieri, con l'acquisizione di nuove competenze tecniche da Roma Termini a Roma San Pietro, la stazione di Rfi a poche decine di metri da Città del Vaticano. Il test ha permesso di mantenere anche le competenze acquisite su Roma Termini lo scorso anno, secondo la normativa di riferimento disciplinata dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle autostrade. Tutti questi passaggi sono propedeutici per testare una serie di questioni di natura operativa: utilizzo del personale, manutenzione dei nuovi treni, ingresso e sosta nelle stazioni romane. Intanto procedono parallelamente altri aspetti tecnici che testimoniano la complessità oggettiva dell'operazione: prima fra tutte, l'analisi delle tracce ferroviarie che, giocoforza, devono incastrarsi in un sistema dei trasporti in cui operano tante altre imprese ferroviarie sull'infrastruttura di Rete Ferroviaria Italiana. Su questo processo, Tua cerca da tempo di trovare delle soluzioni commerciali seducenti per l'utenza e con tempi ridotti. In altre parole: partenze e arrivi in orari appetibili e non doppioni con altri vettori, oltre che durata non biblica del viaggio, ponendosi di fatto in concorrenza con Trenitalia. In pratica Davide contro Golia.Da un punto di vista societario, c'è da specificare che nel nuovo Cda di Tua è entrato Pasquale Di Nardo, già presidente di Ferroviaria Adriatico Sangritana Spa e di Sangritana Spa. Mentre la divisione ferroviaria è diretta da Dolfi, che ha precedenti esperienze nei colossi Bombardier e Alstom, costruttori di veicoli ferroviari.
A DORSO DI LUMACA. A chi fa notare che attualmente viaggiare con Trenitalia da Pescara a Roma, e viceversa, è come spostarsi a dorso di lumaca, Marsilio ribatte: «Stiamo lavorando per potenziare la ferrovia sul tracciato abruzzese, fare i raddoppi selettivi necessari a velocizzare il treno attrezzato per poter utilizzare questa linea fino alla stazione Roma-San Pietro direttamente con la nostra azienda». Rafforza il concetto il presidente della Tua: «Oggi (ieri, ndr) abbiamo creato un ulteriore presupposto tecnico per ragionare in termini strategici», afferma De Angelis. Se ne riparla a luglio.

14 novembre 2022 il centro

 

www.filtabruzzomolise.it ~ cgil@filtabruzzomolise.it



 
Federazione Italiana Lavoratori Trasporti CGIL AbruzzoMolise - Via Benedetto Croce 108 - 65126 PESCARA - Cod. Fisc.: 91016710682 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1012871